Adelina ha quattordici anni e vita dura fra i banchi di scuola. Non è in grado di ricordare le lezioni e ha difficoltà a leggere e per questo il suo severo professore le affianca una brillante compagna di studi per aiutarla. Ma i risultati non sono quelli sperati.

Adelina in effetti migliora ma lo fa da sola, grazie ad un inaspettato quanto incredibile dono: la capacità di leggere con l’olfatto.

A contatto con un libro Adelina percepisce aromi che proiettano nella sua mente storie e immagini; il suo olfatto è in grado di interpretare persino testi in lingue straniere e inespugnabili codici criptati. Odorando i libri Adelina non ne assorbe soltanto le storie, ma fiuta le tracce mnemoniche dei lettori che l’hanno preceduta, le loro sensazioni ed emozioni.

Nonostante la ragazza cerchi di tenere nascoste le sue straordinarie facoltà, qualcuno riuscirà a scoprirle e tenterà di avvalersene per farle decodificare l’inespugnabile manoscritto Voynich, dietro al quale si cela un grande segreto, nonché un grave pericolo per la giovane annusatrice di libri.